Quantcast

Bot, in Fondazione presentazione del libro di Fugazza

Si tratta di un'intervista fantastica in cui Stefano Fugazza immagina di poter incontrare l'artista che, dall'Aldilà, commenta tutta la sua carriera e il contesto culturale cittadino

Più informazioni su

Tra gli eventi collaterali della mostra “BOT. I futurismi di un giocoliere”, la Fondazione di Piacenza e Vigevano accoglie presso la propria sede di Palazzo Rota Pisaroni la presentazione del volume di Stefano Fugazza Osvaldo Bot, appena pubblicato da Papero Editore con il sostegno del Comune di Piacenza-Assessorato alle Politiche giovanili.

L’appuntamento è previsto per lunedì 19 ottobre, ore 17 e 30. Interverranno gli editori, Gabriele Dadati e Davide Corona, a illustrare il progetto del libro e dell’intera collana che mira a recuperare e ristampare le pagine migliori dello storico direttore della Galleria Ricci Oddi. In particolare, nel caso di Bot è notevole il ritrovamento di un testo del 1998 uscito in rivista e mia più ripubblicato.

Si tratta di un’intervista fantastica in cui Stefano Fugazza immagina di poter incontrare l’artista che, dall’Aldilà, commenta tutta la sua carriera e il contesto culturale cittadino. Con una prosa vivace e piena di arguzia, i temi della carriera di quello che fu il pittore più singolare del Novecento piacentino vengono trattati in maniera accurata e allo stesso tempo affascinante.

Nel volume è poi compresa una biografia dell’artista sempre a firma di Fugazza, alcune immagini rare e le tavole a colori dei suoi capolavori, in modo da risultare uno strumento agile di conoscenza per tutti gli appassionati.

A dar vita rispettivamente a Stefano Fugazza e a Osvaldo Bot in una lettura del testo, durante l’incontro interverranno Alberto Gromi e Bernardo Carli. I due storici presidi del liceo classico “M. Gioia” e del liceo artistico “B. Cassinari” con la loro presenza testimoniano al meglio come Stefano Fugazza seppe essere allo stesso tempo, e con grande profondità, conoscitore sia di lettere sia d’arte.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.