PD Castel San Giovanni: non partecipare ai bandi regionali arreca danno ai cittadini

Nota stampa del Pd di Castelsangiovanni

Il circolo PD di Castel San Giovanni, tiene a porre alcune domande all’assessore comunale Valentina Stragliati, candidata alle prossime elezioni regionali, dopo aver letto alcune sue dichiarazioni.Stragliati sostiene che ‘la Regione è sentita molto lontana dai cittadini. Bologna ci lascia per ultimi perché ci considera troppo lombardi.’

Possiamo affermare, invece, che la Regione è più vicina di quanto non si creda (o si voglia far credere) ai cittadini e alle amministrazioni locali e vorremmo confrontarci su alcuni esempi. Stragliati è sicura che il Comune abbia saputo sfruttare tutte le opportunità fornite dalla Regione? Ad esempio apprendiamo che la Regione ha stanziato per il territorio di Piacenza circa 4.000.000,00 € come contributo per rifacimento, ripristino e riqualificazione degli impianti sportivi. Tra i comuni richiedenti, tuttavia, Castel San Giovanni non compare, mentre sono stati ugualmente avviati lavori al campo sportivo comunale: non si poteva, con una pianificazione e approvazione dell’opera in tempi utili, sfruttare questa occasione in modo da partecipare al bando regionale e destinare i denari versati dai cittadini ad altre esigenze? C’è una spiegazione che magari a noi sfugge, oppure l’amministrazione è stata semplicemente negligente (senza informare di ciò i castellani)?

Analogamente ci chiediamo perché Castel San Giovanni non compaia tra i comuni destinatari dei contributi regionali erogati nel periodo 2014-2020 e destinati ad interventi di mobilità sostenibile (piste ciclabili, ciclopedonali, adeguamento e messa in sicurezza degli attraversamenti): alla luce degli ultimi, tristi, episodi, una risposta precisa sul punto è quantomeno doverosa verso tutta la cittadinanza.

Sul tema sicurezza, anziché accusare sempre il PD di essere votato al buonismo, si chiede che l’assessore voglia informare i castellani, di come si intenda reperire in Regione (tramite l’amministrazione Bonaccini, che la stessa Stragliati osteggia…) i fondi da ‘destinare a nuove attrezzature e nuove assunzioni per le forze dell’ordine’. Ci sono già progetti? Proposte concrete? Ricordiamo che molti proclami elettorali dell’ex Ministro dell’interno e segretario della Lega sono stati disattesi…Non vorremmo che l’Emilia-Romagna ‘liberata’ si ritrovasse subito con promesse non mantenute. I cittadini e – in questo caso le forze dell’ordine – non lo meritano.

Alla luce di quanto sopra, ci domandiamo: è la Regione a essere lontana dai cittadini o forse le amministrazioni locali (al servizio dei cittadini) omettono – o rifiutano – di dialogare e interfacciarsi costantemente con il livello Regionale? Che sia una strategia per poter sostenere in campagna elettorale che “Bologna ci ha ignorati …? Quanti e quali progetti il Comune, o più precisamente gli assessorati guidati da Stragliati, sono stati presentati in Regione? Quali gli esiti?

Poniamo queste domande anche memori del fatto che lo scorso anno il Comune di Castel San Giovanni, tramite il vice sindaco Pozzi, è stato l’unico a non votare il bilancio dell’ente provinciale, lamentando che nulla era stato stanziato per le necessità della ex SS412. L’amministrazione provinciale rispose che nulla era mai stato chiesto.
Non vorremmo che si tenti di nascondere mancanza di progettualità politico/amministrativa, lamentandosi di presunte distanze con altri enti di governo. Oltre a Bologna, quindi, dobbiamo ritenere anche la Provincia, di cui Stragliati è Vice-presidente, è lontana?

Infine crediamo che, soprattutto in Emilia-Romagna , sostenere che il PD sia la ‘causa di tutti i mali’ suona ormai come un disco rotto, uno slogan elettorale privo di significato. Questo sì che è uno specchietto per le allodole, non le proposte che il Bonaccini-candidato sta presentando e soprattutto i risultati che il Bonaccini-presidente in carica ha ottenuto per i cittadini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.