Quantcast

Braga argento nel salto in lungo all’European Youth Olympic Festival

Seconda medaglia in una competizione internazionale per il giovane castellano Stefano Braga

Più informazioni su

Nella giornata in cui Andrew Howe, grande interprete del salto in lungo azzurro ed attuale primatista italiano assoluto con la misura di 8,47, deve rinunciare ai campionati mondiali di Daegu per un grave infortunio al tendine d’achille, raccoglie la seconda medaglia in una competizione internazionale il giovane castellano Stefano Braga. Il giovane portacolori dell’Atletica Piacenza guidata dal Presidente Diego Sverzellati, dopo il bronzo vinto ai Mondiali Under 18 di Lille, è riuscito a salire di un gradino del podio conquistando la medaglia d’argento, sempre nel salto in lungo, agli European Youth Olympic Festival che si stanno svolgendo a Trabzon in Turchia.

Gli atleti giunti sul podio ieri erano racchiusi in soli 2 centimetri: la medaglia d’oro, l’inglese Eliott Safo è planato a 7,38, mentre il piacentino ha siglato la misura di 7,36, uguale a quella del terzo classificato, il russo Popov. La gara era iniziata con il piacentino subito a 7,30 che si poneva al comando, con Safo a 7,29 e il rumeno Grecu a 7,27. Nel secondo turno, con un buon vento che spira alle spalle dei lunghisti, Braga arriva a 7,36 (+3,4), Grecu a 7,26 (+3,3) mentre cresce Popov con 7,25 (+3,2). Poi il vento cala, Safo prende le misure con la nuova situazione ed al terzo turno mette a segno un 7,37 (+1,4) che lo pone al comando, mentre Braga fa nullo. Nei 2 salti successivi, Braga atterra a 7,27 e a 7,09 e quindi prima dell’ultimo turno è al comando Safo con 7,37 su Braga a 7,36, poi Grecu a 7,27 e Popov a 7,25. Nella prova conclusiva l’inglese Eliott Safo si migliora di 1 cm a 7,38 (+1,4), mentre Braga fa un altro bel salto a 7,27 (+1,6) e contiene il tentativo di recupero di Popov che ottiene la sua stessa misura di 7,36 (+1,4), ma è perdente come seconda misura (7,30 Braga e 7,25 Popov).

Oggi è scesa in pedana Giulia Rossetti, lanciatrice sempre in forza all’Atletica Piacenza, che purtroppo non riesce ad entrare nella finale del lancio del martello per soli 108 centimetri. La giovane piacentina migliora di quasi 1 metro la misura ottenuta ai mondiali di Lille scagliando alla seconda prova l’attrezzo da 4 Kilogrammi a 51,12 (altri 2 lanci: 43,02 e 47,53). La misura ottenuta da Giulia gli vale la decima piazza nella gara vinta dalla bielorussa Hanna Zinchuk con 59,48 che ha preceduto l’ucraina Shamotina (59,23) e la croata Jakelic (56,23). Si conclude la prima entusiasmante prima parte di stagione per il settore allievi dell’Atletica Piacenza che ha visto il sodalizio guidato dal responsabile tecnico Giuliano Fornasari centrare risultati importanti in molte competizioni sia individuali che a squadre.

Per gli atleti di questa categoria, dopo un breve periodo di riposo, riprende l’attività di training in vista della seconda parte di stagione che vede come tappa fondamentale i Campionati Italiani di Rieti (già 12 atleti hanno ottenuto il pass di accesso alla competizione) nel primo week-end di ottobre dove la società piacentina spera di confermare gli eccezionali risultati di questa prima parte di stagione. Ora speriamo che il testimone possa passare alla piacentina, seppur tesserata per il Cus Palermo, Manuela Gentili, auspicando che il direttore agonistico della nazionale Francesco Uguagliati inserisca tra i nomi della squadra che difenderà i colori azzurri ai Mondiali di Daegu anche la forte ostacolista della nostra provincia che anche quest’anno ha dimostrato, con risultati di assoluto rilievo, di aver raggiunto una dimensione internazionale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.