Guida Espresso 2020, premiati cinque ristoranti piacentini

Più informazioni su

Sono cinque i ristoranti piacentini premiati dalla guida ‘I ristoranti e i vini d’Italia 2020’ de L’Espresso, presentata a Firenze: si tratta di “La Palta” di Bilegno di Borgonovo, che si è aggiudicato il punteggio di due cappelli, del “Nido del Picchio” di Carpaneto, dell'”Ostreria La Faggiola” di Gariga di Podenzano, di “Or” di Grintorto di Agazzano, e di “Riva” di Pontedellolio, questi ultimi tutti con un cappello.

Dopo aver testato circa 3000 ristoranti, pizzerie e trattorie, oltre 2200 sono quelli ai quali la guida ha dedicato una scheda di commento; 10 con “5 cappelli”; 27 con “4 cappelli”; 79 con “3 cappelli”; 213 con “2 cappelli”; 577 con “un cappello”. Sono 100 le “migliori pizzerie d’Italia”, di cui 32 premiate con il simbolo delle “tre pizze”.

67 i ristoranti dell’Emilia Romagna inseriti nella guida contro i 51 del 2019. Dieci a livello nazionale i ristoranti che si sono aggiudicati il massimo punteggio di cinque cappelli: Casadonna Reale di Castel di Sangro, St. Hubertus di San Cassiano, Le Calandre di Rubano, Lido 84 di Gardone Riviera, Osteria Francescana di Modena, Piazza Duomo di Alba, Uliassi di Senigallia, e le tre new entry Seta del Mandarin di Milano, Madonnina del Pescatore di Senigallia e Villa Feltrinelli di Gargnano.

I nuovi “cappello d’oro” sono Da Vittorio di Brusaporto e La Pergola del Rome Cavalieri a Roma, che si aggiungono a Caino di Montemerano, Casa Vissani a Baschi, Colline Ciociare ad Acuto, Dal Pescatore Santini di Canneto sull’Oglio, Don Alfonso 1890 a Sant’Agata sui due golfi, l’Enoteca Pinchiorri di Firenze, Lorenzo di Forte dei Marmi, Miramonti L’altro a Concesio, Romano a Viareggio, e San Domenico a Imola. Tra i premi speciali, Cantina dell’anno va a Taverna Estia di Brusciano, il Pranzo dell’anno al Lido 84, Giovane dell’anno è Paolo Griffa del Grand Hotel Royal golf-Petit Royal.

La cuoca dell’anno è Alessandra Del Favero di Aga Hotel Villa Trieste di San Vito di Cadore; il Ristorante sostenibile dell’anno è il Joia di Milano, il Piatto dell’anno va all’Osteria Francescana, mentre il giovane pizzaiolo è Valentino Tafuri della pizzeria Tre voglie a Battipaglia. Premio alla carriera per Tonino Mellino de I quattro passi di Nerano e cliente dell’anno sono Alberto Rigolio e Manfredi Franco.

I RISTORANTI PREMIATI IN EMILIA ROMAGNA

Cappello d’oro: San Domenico

5 cappelli: Osteria Francescana

3 cappelli:
DaGorini
Inkiostro
Marconi

2 cappelli:
Franceschetta 58
L’Erba del Re
Agostino Iacobucci
Cucina Massimiliano Poggi
Caffè Arti e Mestieri
Guido
HotelIPortici
Hotel Villa Aretusi – Sotto l’Arco
Il Grano di Pepe
Il Piastrino
La Palta
Magnolia

1 cappello:
Hosteria Giusti
Ai Due Platani
Hotel De La Ville
Parmigianino
La Maison du Gourmet
Parizzi
M in Cucina
The Craftsman
Abocar
Quartopiano
Acqua Pazza
Al Cambio
Oltre
Osteria Bottega
ViVo
La Buca
Marè
Alexander
Amerigo
Hotel Tosco Romagnolo Paolo Teverini
Trattoria Irina
Antica Corte Pallavicina
Antica Osteria del Mirasole
Antica Trattoria di Sacerno
Apelle
Makorè
Benso
Casa di Mare – San Domenico
Bottega Aleotti
Buriani
Ca’ Matilde
Castello
Del Lago
La Zanzara
La Chiocciola
La Fefa
La Lumira
Locanda Liuzzi
Nido del Picchio
Onda Blu
Or
Osteria del Povero Diavolo
Ostreria La Faggiola
Righi
Riva
Secchia
Stella d’Oro
Hotel San Rocco
La Capanna di Eraclio

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.