Legge defibrillatori, Foti “Il seme gettato a Piacenza ha dato ottimi frutti”

Più informazioni su

“Incentivare l’uso dei defibrillatori è un modo concreto per salvare le vite e la diffidenza che, in parte, in molti casi, si era manifestata è via via scemata. Sono passati più di vent’anni da quando proprio da Piacenza è stato gettato un seme di cui oggi si raccolgono gli ottimi frutti”.

Lo sostiene in una nota il parlamentare piacentino Tommaso Foti. “E’ grazie infatti ad un pugno di pionieri locali se si è arrivati all’approvazione di una legge da tempo attesa: i fatti hanno dimostrato – continua l’esponente di Fratelli d’Italia – che avere a portata di mano un defibrillatore, a partire dai luoghi pubblici, saperlo bene usare, può salvare una vita”.

“Al riguardo avere previsto come obbligo per le pubbliche amministrazioni e per i gestori di pubblici servizi di dotarsi di defibrillatori semiautomatici – sostiene Foti – rappresenta il raggiungimento di un traguardo che soltanto pochi anni fa pareva un miraggio”.

“Se è vero che l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha rilevato che con un impiego capillare e veloce di moderni defibrillatori circa l’80 per cento dei decessi per attacchi di natura cardiovascolare potrebbe essere evitato, altrettanto vero è – conclude Foti – che con l’approvazione della legge sui defibrillatori, non solo Piacenza ma l’Italia intera si pone all’avanguardia in Europa con un complesso normativo che saranno in molti a copiare”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.