Quantcast

Tra colline e vigneti: a Ziano la seconda escursione di “Val Tidone Lentamente” foto

Sole e cielo terso hanno fatto da cornice alla seconda escursione del progetto “Val Tidone Lentamente”, creato e coordinato dall’Associazione Sentiero del Tidone insieme a un team di guide esperte.

Nella mattinata di domenica 9 maggio i partecipanti sono stati accolti a Vicomarino di Ziano Piacentino da Elaine Jeanne Januszewski, consigliere con delega al turismo del Comune, che ha ringraziato a nome dell’amministrazione gli organizzatori per aver scelto come territorio di riferimento di questo appuntamento il comune di Ziano e in particolare Vicomarino, una delle sette frazioni, con il suo millenario castello che nel corso della sua storia è diventato di proprietà degli Scotti, poi dei Dal Verme e degli Anguissola e si è trasformato successivamente in dimora residenziale e inglobato a un’azienda agricola. Januszewski ha poi ricordato il progetto comunale per la realizzazione di tre anelli escursionistici, con punto di partenza a Ziano, uno dei quali, di 22 chilometri, si collegherà al Sentiero nell’ottica di favorire la sinergia dei percorsi presenti in Val Tidone.

Dopo i saluti di Pietro Luigi Bonoldi e di Greta Cavallari in rappresentanza dell’associazione ‘Sentiero del Tidone’ che hanno ricordato le finalità del progetto ‘Val Tidone Lentamente’, i due gruppi si sono divisi: gli escursionisti a piedi accompagnati da Giuseppe Noroni, guida ambientale escursionistica AIGAE de I Calcaterra, e i partecipanti in e-bike condotti dalla guida Paolo Solenghi. Tema dell’escursione il paesaggio collinare che con le sue peculiarità consente la coltivazione della vite e quindi la produzione vitivinicola, vero biglietto da visita del territorio. A impreziosire la giornata, l’intervento della Dottoressa Gloria Bolzoni, direttrice del Museo Archeologico della Val Tidone che ha condotto un breve excursus storico sulla coltivazione della vite nel territorio valtidonese. L’evento si è concluso presso l’Azienda Marasi con una degustazione dei prodotti enogastronomici del territorio.

Il prossimo appuntamento è previsto per domenica 16 maggio con l’escursione a piedi “Primavera vien danzando. La Val Tidone come un quadro naif”, condotta dalla guida AIGAE Mirna Filippi. Titolo dell’escursione – che è anche l’inizio di una poesia di Angiolo Silvio Novaro e rappresenta una filastrocca nei sussidiari di una volta – accompagnato dall’immagine del classico paesaggio primaverile: un piccolo borgo fra i campi e una chiesetta di campagna svettante sul cielo azzurro. L’escursione permetterà di attraversare proprio questi caratteristici borghi, da Caminata a Stadera, nel comune Alta Val Tidone. Di difficoltà escursionistica e di circa 14 chilometri, il percorso è consigliato dai 12 anni; è previsto un pranzo al sacco o un veloce ristoro (panino e bevanda) preparato al momento da un bar trattoria sul percorso.

L’iscrizione obbligatoria deve pervenire entro venerdì 14 maggio alle ore 18 e l’escursione si svolgerà con un numero limitato di partecipanti: tutte le informazioni dettagliate a questo link oppure contattando direttamente la guida Mirna Filippi (numero 3923267010, email filippimirna@gmail.com o tramite Facebook “I Sentieri di Mirna”). Tutte le escursioni di “Val Tidone Lentamente” sono a numero chiuso e rispetteranno le normative anti-assembramento: il calendario aggiornato e ufficiale è presente sul sito web www.sentierodeltidone.it.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.